person_outline
search

Gli shelter in viticoltura

Una tesi presso l’Università di Verona ha indagato gli effetti dell’impiego di protezioni shelter in alluminio. Valutati sia la crescita vegetativa sia la compatibilità con le altre tecniche colturali applicate al vigneto

Gli shelter sono oggi utilizzati in viticoltura soprattutto per proteggere le piante durante la delicata fase iniziale dello sviluppo post-impianto (sia per vigneti nuovi che per rimpiazzi di fallanze). I prodotti commercializzati offrono normalmente molti vantaggi, per cui il loro impiego ha segnato un incremento significativo negli ultimi anni, stimolando anche una diversificazione dei materiali con cui sono costruiti; ai più diffusi plastica e cartone si sono aggiunti anche shelter in alluminio. Una tesi di laurea condotta recentemente presso il Dipartimento di Biotecnologie dell’Università di Verona, sotto la guida del prof. Maurizio Boselli, ordinario di Viticoltura, ha voluto indagare l’influenza che lo shelter in alluminio può esercitare sul microclima di barbatelle di vite, sul loro accrescimento e come il nuovo materiale con cui è costruito possa adattarsi alle varie operazioni colturali che si eseguono nel vigneto. 

PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 3/2019 dall'area DOWNLOAD

Scarica la rivista in formato PDF cliccando qui e scegliendo la voce DOWNLOAD in alto a destra. In questa sezione troverai tutti i numeri di Millevigne in formato PDF. Se non sei abbonato dovrai sottoscrivere un abbonamento annuale.

footer vignaioli
Privacy Policy Cookie Policy
×