person_outline
search

Notizie online

I giovani viticoltori dei Sorì.

E’ stata presentata lunedì 10 aprile 2017 al Vinitaly, presso lo spazio istituzionale Regione Piemonte, la nuova ricerca storica intitolata: “I giovani viticoltori dei Sorì. I vigneti storici della zona docg del Moscato d’Asti”. Autore: Lorenzo Tablino.

I vigneti a pergola, tipicità italiana

I vigneti allevati a pergola in Italia, oltre a costituire la quasi totalità della superficie per le uve da tavola, rappresentano circa il 12 % della superficie vitata nazionale per uva da vino, con punte dell’85% per il Trentino e per l’Abruzzo.

Più di mille a ENOFORUM

Buon successo di pubblico per la decima edizione di Enoforum, il più importante congresso tecnico europeo per i tecnici del settore vitivinicolo, che si è tenuto alla fiera di Vicenza dal 16 al 18 maggio.

Consorzio Barbera d'Asti, Mobrici confermato presidente

Filippo Mobrici è stato rieletto presidente del Consorzio Barbera d'Asti e Vini del Monferrato. Lo ha eletto all'unanimità il Consiglio di amministrazione appena insediato. Il secondo mandato lo vedrà in carica per i prossimi tre anni fino al 2019. Al suo fianco nel ruolo di vicepresidenti confermati Stefano Chiarlo (Michele Chiarlo Azienda Vitivinicola) e Lorenzo Giordano (Cantina sociale di Vinchio e Vaglio Serra).

Romano Dogliotti è il 21° Presidente del Consorzio dell'Asti

Il CdA del Consorzio per la Tutela dell’Asti Docg ha designato il nuovo Presidente  Romano DOGLIOTTI de La Caudrina di Castiglione Tinella che succede al presidente uscente Gianni Marzagalli e rimarrà in carica per un triennio. «Nel prossimo triennio - ha detto Dogliotti - mi adopererò affinché tutti gli attori della filiera del Moscato trovino all'interno del Consorzio il giusto riconoscimento e la giusta rappresentatività e riescano nel rilancio di un prodotto fondamentale per l'economia del sud Piemonte».

Matrimonio di interesse e di immagine tra gruppo EPI e Tenuta del Greppo

Jacopo Biondi Santi (nella foto) confermato presidente ed enologo.
Vino simbolo di un territorio, di una Regione e di un intero Paese, il Brunello di Montalcino prodotto presso la Tenuta del Greppo, continua, anno dopo anno, vendemmia dopo vendemmia, a rappresentare un’icona di tradizione enologica e perfezione stilistica. Ma oggi inizia una nuova e importante fase della storia tracciata dalla famiglia Biondi-Santi, iniziata con Clemente Santi, nato a Montalcino nel 1795, che, sperimentando nuove tecniche enologiche, trasformò i successi enoici del Moscadello di medievale memoria, ottenendo riconoscimenti già per il suo “vino rosso scelto (Brunello) del 1865”.

Tempo di Vinitaly

Il mondo del vino italiano (non tutto, ma quasi...) torna a incontrarsi a Verona, e incontra i compratori di tutto il mondo e i media, a partire da domenica 9 fino a mercoledì 12 aprile. 

Grandi Langhe Docg: oltre mille presenze qualificate per la terza edizione

L’evento dei vini delle Langhe si è concluso con un successo in crescita rispetto alla precedente edizione. Oltre mille presenze in tre giorni, tra operatori e giornalisti del settore da tutto il mondo, per degustare i vini che hanno partecipato alla terza edizione di Grandi Langhe DOCG, la manifestazione a cadenza biennale organizzata dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, in collaborazione con Consorzio Roero e Albeisa, aperta esclusivamente ad operatori professionali e giornalisti internazionali e nazionali.

Prima edizione di “SoloVino” a Santo Stefano Roero

Venti viticoltori da tutta Italia (isole comprese) si sono dati appuntamento il primo aprile scorso in Roero. Tratti in comune? Sono tutti vignaioli di prima generazione. La manifestazione, alla sua prima edizione, nasce dall’impegno e dalla volontà di SoloRoero, associazione composta dai fratelli Emanuele ed Enrico Cauda (Cascina Fornace), Luca Faccenda (azienda agricola Valfaccenda a Canale), Alberto Oggero (dell’omonima cantina tra Canale e Santo Stefano Roero) che qualche anno fa hanno iniziato un percorso di condivisione (in vigna e in cantina) nato da una volontà comune: coltivare, con metodi naturali o biologici certificati, solo Arneis e Nebbiolo, i due vitigni alla base delle Docg Roero Arneis e Roero.

Vino on-line, i cinquantenni superano i giovani

Bologna, 30 marzo 2017 – Sebbene l'e-commerce pesi ancora per meno del 2% sulle vendite off-trade di vino in Italia, i tassi di crescita a doppia cifra percentuale che stanno interessando, anno dopo anno, gli acquisti in questo canale non possono passare certo inosservati, soprattutto da parte dei produttori.
E proprio in considerazione di questo sviluppo, Wine Monitor attraverso la partnership con VINO75.COM, l'enoteca specializzata per la vendita online nata a Firenze nel 2014 all'interno dell'acceleratore di startup Nana Bianca, ha realizzato un Report sul profilo dell'acquirente italiano di vino on-line.

ENOFORUM, premio Oenoppia per la ricerca internazionale

I lavori candidati, selezionati da un Comitato Scientifico internazionale composto da oltre 50 ricercatori, saranno presentati dai rispettivi autori ad Enoforum. I tecnici partecipanti voteranno le ricerche in base alla loro utilità per il proprio lavoro, e questa valutazione selezionerà il vincitore del Premio Sive Oenoppia.

Il giorno del Grande Bianco Piemontese: il Gavi a Milano

Allo spazio AnniLuce di Milano, il Gavi si è presentato alla stampa, agli operatori del settore e al pubblico per mostrare la nuova annata in anteprima, confermando il trend positivo che da qualche anno trascina la produzione di Gavi e la valorizzazione del territorio. La vendemmia 2016 del Grande Bianco Piemontese che il Consorzio Tutela del Gavi ha presentato a Milano corrisponde esattamente alle aspettative di questa annata, da tanti acclamata per la qualità eccellente.

Il vino secondo i Millennials: una nuova generazione di consumatori

Uno studio realizzato da Nomisma Wine Monitor per Verallia mette a confronto i consumatori di vino nati a cavallo dei due millenni in Usa e Italia. Verallia, terzo produttore globale di contenitori in vetro per l’industria alimentare e Nomisma Wine Monitor hanno presentato giovedì 23 Marzo a Pollenzo, nella struttura albertina che ospita l’Università di Scienze Gastronomiche e la Banca del Vino,  lo studio “Il ruolo del packaging nelle scelte di consumo di vino: un confronto tra i Millennials statunitensi e italiani”.  

Dal 2 al 4 Aprile torna GRANDI LANGHE DOCG

Attesi buyer, giornalisti ed operatori professionali da tutto il mondo per Grandi Langhe DOCG, la manifestazione a cadenza biennale, aperta esclusivamente a buyer, giornalisti ed operatori professionali nazionali e internazionali e Nebbiolo Prima, durante il quale verranno presentate in anteprima le nuove annate di Barolo, Barbaresco e Roero attraverso degustazioni alla cieca per la stampa nazionale ed internazionale, insieme per una tre giorni di degustazioni nei territori d'origine in location uniche.

Biondi Santi: si scrive partnership, si legge vendita

In un comunicato pervenuto solo in inglese l’azienda Biondi Santi comunica di aver siglato una “partnership di capitali e strategica” con la società francese EPI, di proprietà della famiglia Descours, già proprietaria di importanti marchi di Champagne, Charles Heidsieck e Piper-Heidsieck, e della tenuta Château La Verrerie nel Rodano.

Marchi collettivi, siamo alla privatizzazione delle DOC?

Ho ricevuto nei giorni scorsi una comunicazione dell’associazione Vinaioli di Castellinaldo, una delle più conosciute e consolidate esperienze associative tra vignaioli che da anni opera in questo piccolo paese del Roero. Il titolo del comunicato è “Castellinaldo®,il marchio collettivo per la Barbera d’Alba”.

L'elefante e la formica

Pinot Grigio delle Venezie e Piemonte Nebbiolo sono denominazioni di origine che hanno due cose in comune: la prima è che non esistono ancora, ma se ne parla molto: la seconda è che tra favorevoli e contrari volano gli stracci.

Vino a scuola?

Fa discutere sulla stampa di settore e sul web la proposta del Senatore Dario Stefano, già assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, di introdurre nella scuola una materia di “cultura del vino”.  C’è un disegno di legge (ddl 2254/16) a sua firma, per l’istituzione dell’insegnamento obbligatorio della disciplina “Storia e civiltà del vino” in tutte le scuole primarie e secondarie.

Il vino vegano da abbinare a carni rosse

Lo confesso, cerco di praticare la tolleranza, ma non ho grande simpatia per il veganismo (da non confondere in nessun modo con il vegetarianismo, che rifiuta la carne ma non altri prodotti di origine animale che non comportino l'uccisione di animali terrestri, come latte e derivati e uova, per alcuni anche pesce). Nulla da obiettare se il veganismo viene praticato da persone adulte e consapevoli, per motivi ideologici e di coscienza.

Manzoni e la Xylella

“E non paia strano di vedere un tribunale farsi seguace ed emulo d’una o di due donnicciole; giacché, quando s’è per la strada della passione, è naturale che i più ciechi guidino”. Questo passo tratto da "Storia della colonna infame" di Alessandro Manzoni è stato citato, molto a proposito, da Luciano Capone su "Il Foglio" a proposito della vicenda Xylella e dell'indagine della procura di Lecce.

Uscire dalla DOC? Non conviene, ma…

La ribellione è in atto. Per ora solo sparute avanguardie, ma se l'incendio divampasse?

Un mondo diviso a metà: da una parte nuove e vecchie cordate per lo più fatte non da produttori ma da sindaci, presidenti di camere di commercio e altri amministratori pubblici a proporre nuove DOP (DOC o DOCG), piccole o piccolissime, come se di DOC inutili non ne avessimo abbastanza.

Privacy Policy Cookie Policy
×