person_outline
search

Vandali in cantina, vasche svuotate nei fossi

Due gravi episodi di sabotaggio in provincia di Foggia contro cooperative. 

All'Antica Cantina di San Severo (Foggia) ignoti incappucciati hanno aperto i silos sversando nelle campagne oltre 25mila ettolitri di vino. "Uno schiaffo violento alla gente perbene ed operosa di San Severo" dichiara il sindaco.

Quello di San Severo è il secondo attentato intimidatorio compiuto ai danni delle cantine del Foggiano. Nella notte tra il 19 e il 20 ottobre scorsi, infatti, ignoti hanno sabotato i silos di un’altra azienda, la Cantina Padre Pio di Torremaggiore, provocando la fuoriuscita di 15mila ettolitri di vino. 

Le indagini potrebbero essere riconducibili - riferisce la Gazzetta del Mezzogiorno - ad una presunta forma di concorrenza sleale tra viticoltori del Foggiano. I sabotaggi hanno portato allo sversamento nelle campagne di circa 40mila ettolitri di vino e mosto, causando un danno stimato in circa due milioni di euro.

Nella giornata di ieri la polizia ha acquisito le immagini delle telecamere di sicurezza della cantina di San Severo. I due sabotaggi saranno al centro della riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che si terrà domattina nella prefettura di Foggia.

foto Gazzetta del Mezzogiorno

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy Cookie Policy
×