person_outline
search

Avellino nuova sede di laurea magistrale in Viticoltura ed Enologia

Coordinatore del corso è il Prof. Luigi Moio

Il nuovo corso di laurea magistrale attuato dall'Università Federico II presso la sede di Avellino è il terzo in Italia per la formazione specialistica di massimo livello nel settore viticolo-enologico. Gli altri due sono frutto di iniziative inter-ateneo: c'è il polo del Nordest, formato dalle Università di Udine, Padova, Verona e Bolzano, e quello "unitario", formato dalle Università di Torino, Milano, Palermo, Sassari e Foggia.
Il nuovo polo di Avellino punta molto sui vini varietali e i vitigni autoctoni, come spiega il Prof. Moio, coordinatore del corso:
"L’obiettivo è riuscire ad ottenere la massima espressione varietale e territoriale dai grandi vitigni storici italiani - continua Moio - approfondendo quegli aspetti tecnologici che hanno influenza diretta sulle nostre percezioni gustolfattive. Ogni uva è diversa: ci sono differenze forti sul metodo di coltivazione e vinificazione. Quindi il corso si spingerà molto sulla degustazione, per capire e conoscere queste differenze: perché solo conoscendole posso poi riuscire ad ottenere quel vino che ho in mente fin dall’inizio. Puntare sui vitigni autoctoni italiani, poi - conclude Moio - non è casuale nemmeno in questo momento di grandi cambiamenti climatici, dove i vitigni che più soffrono sono quelli precoci: gli internazionali. La scelta di costruire una specializzazione accademica che approfondisce la sperimentazione sui vitigni storici nazionali vuole essere una risposta anche a questo tema ambientale”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy Cookie Policy
×