person_outline
search

Albani nuovo Presidente del Consorzio Tutela Valcalepio

Emanuele Medolago Albani (a destra nella foto), 60 anni, titolare di una delle aziende vinicole più antiche in Bergamasca, è il nuovo presidente del Consorzio Tutela Valcalepio.




Mercoledì 10 maggio 2017 presso la Sala Traini del Credito Bergamasco si è svolto uno degli appuntamenti più importanti per quanto concerne l’enologia bergamasca. Il Consorzio Tutela Valcalepio ha infatti voluto coinvolgere il pubblico in un momento di riflessione nel quale si è fatto il punto da quanto avvenuto nel corso del passato triennio, momento che ha poi preceduto l’Assemblea dei soci del Consorzio nel corso della quale si sono svolte le elezioni del nuovo Consiglio di Amministrazione che rimarrà in carica per i prossimi tre anni. Nel corso dell’appuntamento pubblico il neoeletto Presidente, Emanuele Medolago Albani, ha voluto ringraziare i presenti per la vicinanza al Consorzio e fare il punto della situazione dell’enologia bergamasca e dell’operato del Consorzio nel corso dell’ultimo triennio.Tanti sono stati i momenti che il Presidente ha voluto richiamare: a cominciare da Expo 2015, proseguendo con la partecipazione costante e sentita all’annuale Vinitaly di Verona, dalle manifestazioni di stampo locale a quelle di carattere internazionale come il Concorso Enologico Internazionale “Emozioni dal Mondo Merlot e Cabernet Insieme” che il Consorzio organizza in partnership con Vignaioli Bergamaschi da oltre 12 anni. Medolago Albani è un produttore storico, proprietario, a Redona di Trescore, di un’azienda di 55 ettari, di cui 25 di vigneto, che appartiene alla storia del Valcalepio e rappresenta a pieno l’intera filiera produttiva.
«Sono lieto – ha detto il neopresidente - di farmi carico di un ruolo così importante e sono consapevole del bagaglio di responsabilità che comporta. Sono certo che proseguiremo con forza sul percorso tracciato dal precedente consiglio: lavorare insieme per un bene comune che è quello del nostro vino e del nostro territorio, in un’ottica di grande collaborazione»

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy Cookie Policy
×