person_outline
search

Il biologico, appuntamento fisso su Millevigne

na sezione della nostra rivista è ora interamente dedicata al biologico. Una scelta che è maturata negli ultimi mesi e che si inquadra nell'orientamento verso la sostenibilità e la tutela dell'ambiente e del paesaggio che Millevigne ha sempre avuto nel suo codice genetico.

Il biologico trattato da un punto di vista tecnico e scientifico, offrendo ai lettori interessati le informazioni più aggiornate di un settore che finalmente sta conoscendo una forte evoluzione, dopo anni in cui sembrava che per fare biologico bastasse usare rame e zolfo invece del mancozeb, e non importa nemmeno quanto. Ma chi sono i lettori interessati? Non certo solo quelli che operano strettamente in biologico, e nemmeno soltanto quelli che si stanno convertendo o ci stanno pensando, ma praticamente tutti, perchè gli strumenti di cui parleremo sono disponibili per tutti, in un contesto di agricoltura integrata e ragionata, come dicono i Francesi.

Ne parleremo con la laicità che ci è propria, senza anatemi contro la "chimica" (parola che vuol dire tutto e nulla) ma nemmeno con il distacco di chi vede nel biologico solo un "business". Per noi non è così, perchè ci crediamo. E ci crede anche l'industria, visto che propone sempre nuovi mezzi alternativi alle molecole di sintesi: ma, mentre nel campo della chimica ormai solo le grandi multinazionai possono permettersi di investire ancora, e pochi operatori hanno tutto il mercato in mano, nel campo delle tecniche agronomiche e anche di certe produzioni di mezzi tecnici "alternativi" fiorisce anche la creatività e il sapere di piccole e medie aziende, e questo è un bene anche per l'economia rurale.

Per chi non fosse ancora abbonato a Millevigne è il momento di farlo! QUI

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy Cookie Policy
×