person_outline
search

MILLEVIGNE N° 1 2018

  • 50 anni di Montepulciano d'Abruzzo

    Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo ha celebrato con due riusciti eventi-degustazione, a Milano e a Roma, il cinquantennale della denominazione di origine.

  • Asti secco: la nuova denominazione

    I dati del commercio mondiale sugli spumanti presentano alcune contraddizioni. La crescita globale continua, ma la tipologia “dolci - aromatici” segna il passo da un po’ di tempo.

    Su questi dati la filiera del Moscato iniziò a valutare, tre anni fa,

    PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 1/2018

  • Chi era il maestro Arnaldo Rivera?

    Al punto vendita della cantina Terre del Barolo di Castiglione Falletto si incontra un “corner” denominato “Arnaldo Rivera”, dove si possono acquistare alcuni tra i migliori vini dell’unica cooperativa che vinifica uve nelle terre del Barolo e che portano in etichetta proprio quel nome.

  • Fine Wines e mercato USA: posizionamento ed opportunità per i vini italiani

    Parlando di “fine wine” si fa generalmente riferimento a vini di alta qualità, tanto che per molti di questi (soprattutto francesi) esistono indici quotati in borsa (Liv-ex) che sintetizzano l’andamento dei prezzi delle bottiglie commercializzate sul mercato inglese. Al di là di questa fattispecie,...

    PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 1/2018

  • Forbici 2.0

     

    Nell’ambito della gestione del vigneto, la fase della potatura invernale è sicuramente una delle operazioni cruciali, sia per l’importanza che per la tempistica. Questa operazione è infatti finalizzata a riequilibrare il carico di gemme della singola pianta, in relazione a molteplici aspetti (varietà, portinnesto, terreno, produzione richiesta, etc.).

    Nello scorso numero abbiamo diffusamente parlato delle attrezzature per la potatura meccanizzata, sia integrale che con rifinitura manuale: si tratta di un’operazione che riduce notevolmente le tempistiche di intervento, ma è attuabile solo ed esclusivamente su forme di allevamento apotatura corta, come il cordone speronato.

    PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 1/2018

  • Futurama nei vigneti, il vignaiolo con le eliche!

    Un’introduzione a volo radente sull’uso dei droni e di altre tecnologie di precisione in viticoltura. Identificare la viticoltura di precisione con le mappe di prescrizione è corretto?Se non c'è la mappa di prescrizione non è viticoltura di precisione. Nossignori, qui c'è un equivoco. La viticoltura di precisione si definisce tale sulla base dei risultati, non delle tecnologie applicate.

    PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 1/2018

  • I lombrichi, preziosi alleati

    L’importanza dell’attività degli anellidi per la salute dei terreni agricoli

    Già Charles Darwin nel 1882, nel trattatoLa formazione della terra vegetale per l’azione dei lombrichi, con osservazioni intorno ai loro costumi,aveva messo in evidenza come i lombrichi siano estremamente importanti per la salute del suolo, sia per la loro azione nel ciclo del detrito e sulla struttura, sia per la loro notevole dimensione in termini di biomassa.

    PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 1/2018

  • Il miglioramento genetico della vite e le nuove varietà

    I professionisti che, negli istituti e nei centri di ricerca pubblici e privati, si occupano di sviluppare attraverso accurati programmi di ibridazione tutto il processo che porta alla valutazione e realizzazione di nuove varietà di vite migliorate geneticamente, si chiamano breeders e del loro lavoro e degli obiettivi più recenti del miglioramento genetico della vite ci parla Asia Khafizova...

    PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 1/2018

  • L'acqua in cantina

    Lo sviluppo sostenibile iniziato sotto l’egida dell’ONU nel 1982 consiste nell’approccio che risponde alle esigenze del presente, senza compromettere lo sviluppo delle generazioni future e che ugualmente rispetta l’ambiente a livello locale e regionale e, in una visione globale, a livello del pianeta.

    La filiera vitivinicola ha definito questo concetto all’interno dell’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino nel 2004:...

    PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 1/2018

  • Metodo classico rosé

    Dall’analisi dei dati relativi al consumo dei vini spumante rosati, si evince con chiarezza che da qualche anno i consumi di questo prodotto sono indiscutibilmente in aumento. Dinnanzi a consumi mondiali di vino sostanzialmente stabili, il Conseil interprofessionnel des Vins de Provence (CIVP) et FranceAgriMer (organismi ufficiali di rilevamento delle dinamiche mondiali del mercato dei vini rosé) rilevano un incremento considerevole nel consumo di questa tipologia.  Dal 2002 al 2015 si è registrato...

    PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 1/2018

  • Millevigne N° 1 2018

    Editoriale

    (il sommario del numero 1/2018 è al fondo dell'articolo)

    Quest’anno ricorrono cento anni dalla nascita di Paolo Desana, l’estensore della legge 930 che introdusse in Italia la denominazione di origine controllata. Fare le DOC in Italia non fu una passeggiata e richiese grandi capacità di mediazione, unitamente a una grande saldezza di principi.

  • Oidio difesa precoce

    Erysiphe necatorè l’agente causale del mal bianco, o oidio, della vite. Si tratta di un fungo epifita, in grado di invadere superficialmente tutti gli organi verdi della pianta, foglie e peduncoli, tralci erbacei e le varie parti del grappolo, ma che ne parassitizza solo le cellule epidermiche, attraverso strutture specializzate chiamate austori (Rossiet al., 2006). Gli austori sono rigonfiamenti delle ife all’interno del lume delle cellule vegetali che assorbono dalla cellula stessa gli elementi nutritivi necessari alla crescita del fungo. Inizialmente la presenza dell’austorio non compromette la vita della cellula, ma col tempo la cellula stessa muore e viene “abbandonata” dal fungo. Durante la fase parassitaria quindi il fungo sviluppa le proprie ife e differenzia le proprie strutture riproduttive sulla superficie vegetale, formando una colonia visibile a occhio nudo sotto forma di muffa polverulenta e biancastra.

    PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 1/2018

  • Primo, pianificare

    Oltre vent’anni fa ho letto un articolo così interessante che me lo ricordo ancora. In sintesi diceva che per raggiungere i risultati aziendali è necessario pianificare le strategie.

    ...

    PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 1/2018

    Lorenzo Biscontin, consulente e formatore su direzione e gestione aziendale, marketing strategico e operativo, vendite, ricerche di marketing, selezione del personale, ha anche un blog che potete seguire a questo link http://www.biscomarketing.it/

  • Sicilia, un vino di 6000 anni fa

    foto di Vittorio Crobu, La Venta

    Sul monte del dio Kronos i resti del vino più antico del mondo occidentale, risalente all'età del rame.

  • Tradizione e innovazione nel settore enologico

    L’abuso dei termini “tradizione” e “innovazione” rischia di renderli categorie vuote prive di un contenuto davvero caratterizzante per la singola cantina e usate senza reale consapevolezza. Avventurarsi nei significati pratici di queste due parole permettere di comprendere quanto siano importanti per lo sviluppo dell’atteggiamento imprenditoriale e per il ricambio generazionale.

    COSA SIGNIFICA INNOVAZIONE

    Quando penso all’innovazione nel mondo del vino,...

    PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI EFFETTUARE IL LOGIN E SCARICARE IL PDF MILLEVIGNE 1/2018

Privacy Policy Cookie Policy
×